Pompei… Duemila anni di silenzio

Se dovessi consigliare un luogo da visitare, quando sarà possibile, direi senza alcuna esitazione: Pompei la città sepolta.

La sua storia ogni giorno si arricchisce di nuovi particolari, grazie alle scoperte archeologiche. La magia, il fascino, la bellezza senza tempo e l’amore per il piacere di vivere, questo, tutto questo è parte di un tour indimenticabile nella città scomparsa.

Immaginate di essere nel II secolo D.C. e di subire anche voi come i romani l’incanto magnetico di queste coste napoletane, dal mare di un azzurro incomparabile e rocce a strapiombo, il richiamo di una terra generosa di frutti, di fiori, di vigneti, divenuta colonia romana con il nome di Cornelia Veneria Pompeianorum, essi vollero costruire qui le loro vaste dimore, abbellirle di marmi pregiati e rari provenienti dall’Africa, riempirle di pitture sontuose, di vasche, di fontane, nei giardini mostrare animali esotici mai visti fino ad allora, ammantarle di regalità.

Ma la florida città è situata proprio alle pendici di una montagna che nasconde un vulcano, ancora oggi il più pericoloso d’Europa: Il Vesuvio. Un terremoto nel 62 D.C. distrugge in parte alcuni edifici e mentre è in atto la ricostruzione, nell’ottobre del 79 D.C. il vulcano esplode con tutta la forza distruttiva di cui è capace, un’enorme nube di morte viaggia veloce sulla città, poche ore e tutto viene messo a tacere.

Pompei in una ricostruzione

Solo nel 700 inizieranno gli scavi veri e propri e la ricerca è in atto ancora oggi. Nessun luogo è più evocativo e magico degli scavi di Pompei dove passato e presente si incontrano così da farci riflettere sulla nostra esistenza e sulla caducità dell’essere umano. Pompei è la culla di tanto sapere, di una moltitudine di civiltà, come quella etrusca, sannita, greca e romana, che si sono amalgamate e ci hanno tramandato un prezioso passato. La città viene ritrovata e classificata, divisa in porzioni numerate chiamate Regio, le strade disposte a scacchiera ci ricordano le larghe strade di metropoli come New York.

Pompei era una città vibrante di vita, di emozioni che si alternavano, di piaceri che erano così naturali e semplici, un’esistenza scandita da riti propiziatori, da episodi che erano frutto di un modo di vivere e di godere dei piccoli istanti così come l’ultimo.

Dalle “Domus” riaffiorano volti con sguardi attoniti verso l’eterno, come la celebre coppia: Paquio Proculo e sua moglie, (Museo Archeologico di Napoli), immortalata in un passato che si affaccia a noi con superba grazia. Il misterioso rito di iniziazione visibile nella “Villa dei Misteri” un affresco conservato con una nitidezza di colori impressionante, i mosaici come quello del “Cave Canem” così finemente lavorati, l’eleganza architettonica dell’Anfiteatro che poteva contenere fino a 20.000 spettatori! Tutto ci parla di un ritmo improvvisamente interrotto, così viene alla luce il pane che brucia da solo nei forni abbandonati, le minestre pronte per essere consumate nelle locande chiamate “cauponae”, lo scheletro di qualcuno privato della testa che viene scoperto in una giara, forse un delitto di gelosia, i calchi di gesso dei corpi delle vittime e le espressioni dei volti cristallizzati dalla morte.

Pompei è il mito, le leggende, è uno scrigno di gioielli nascosto agli sguardi curiosi e ritrovato sotto i lapilli duemila anni dopo. Che cosa avrà pensato la proprietaria di quel tesoro mentre si accingeva a riporlo? Quale monile era il suo preferito? Non lo sapremo mai, ed è proprio qui il fascino immortale di questa città…non ci svelerà i particolari della sua storia, ed è in fondo proprio per questo che è così attraente.

Accorriamo da ogni parte del mondo per vederla, per visitarla, per essere lì immersi dentro una geografia di storie e sentire quanto apparteniamo a quella civiltà, quanto ci hanno lasciato, ed esserne grati fino alla fine.

Questo tour è realizzato da me, Catia Dessi e prevede la visita agli scavi con le guide della Regione Campania. Per informazioni tel. (+39) 338 9063674 email catiadessi@gmail.com.

Vivi l'effetto WOW che il nostro paese offre!

Seguici sui social!

Informazioni di contatto

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continua a leggere

Copyright © 2020 – ItaliaWOW