3 Borghi da visitare in Puglia che ti faranno innamorare

Parlando di Puglia spesso si tende ad associarla ad uno dei posti più belli di mare, ed effettivamente, come sostenere il contrario? Ci tengo, però, a sottolineare che questa regione ha molto di più: cucina, storia, cultura, arte, archeologia, natura, tradizioni, città e piccoli centri urbani. In questo articolo vedremo 3 borghi da visitare in Puglia che non puoi perdere: lasciati trasportare dalle bellezze inaspettate e assapora l’essenza di una regione che ha tanto da raccontare.

Gravina in Puglia

La città di Gravina in Puglia sorge nel Parco Regionale dell’Alta Murgia, al confine con la Basilicata. Infatti, ricorda molto l’antico fascino di Matera: nasce su una gravina profonda 100 metri, una specie di canyon creatosi dalla spaccatura della crosta terrestre, scavato dal torrente Gravina. La città ha un’estensione di 384,73 km² e conta circa 44000 abitanti, formata dalla zona nuova e da quella vecchia: il borgo antico, il cuore più autentico. Ti consiglio di vederlo in lungo e in largo: tra le sue strette stradine acciottolate, qualche casa diroccata, antiche abitazioni, edifici dismessi, cunicoli e chiese rupestri si possono ammirare scorci magnifici sul paesaggio e sulla gravina stessa. Ma non finisce qui, sotto il centro abitato si nasconde un misterioso e affascinante mondo sotterraneo che può essere visitato con un percorso guidato.

Ponte dell’acquedotto a Gravina in Puglia

Cosa vedere a Gravina in Puglia

Per visitare il borgo di Gravina in Puglia sarà sufficiente qualche ora, si può girare tranquillamente a piedi ma va assaporato lentamente. Ecco cosa vedere a Gravina in Puglia:

  • La Chiesa rupestre di San Michele;
  • La Chiesa di San Basilio Magno nel quartiere Piaggio;
  • Il Complesso delle sette camere;
  • Il Canyon della gravina;
  • Il Palazzo ducale Orsini;
  • Il Ponte dell’acquedotto (per avere la vista migliore ti consiglio di raggiungere con l’auto il punto di fronte alla gravina);
  • Il Castello Svevo;
  • La Gravina sotterranea.

Casamassima

Il borgo di Casamassima è quel tipo di destinazione fuori dagli itinerari comuni, contraddistinta per una particolare caratteristica. Situata nella provincia di Bari, fa parte dei Borghi Autentici d’Italia, un progetto in cui piccole realtà si impegnano nel miglioramento e nello sviluppo territoriale, ottimizzando e valorizzando le proprie risorse.

Casamassima si è sviluppata dall’VIII secolo, intorno ad una Torre Normanna, divenuta dimora privata e chiamata poi “castello”. Il suo centro storico molto piccolo e pittoresco, assume le caratteristiche del tipico borgo medievale: stradine strette e acciottolate, vecchie abitazioni, alcune in disuso, vicoli ciechi, corti e un concentrato di storia e autenticità. 

L’elemento cha le conferisce una qualità unica è il colore delle pareti: l’azzurro, legato ad un’affascinante leggenda da cui nasce l’appellativo di “Paese azzurro“, tanto bella da essere paragonata alla rinomata città marocchina, Chefchaouen. 

Casamassima

Cosa vedere a Casamassima

Casamassima raggiunge il culmine della bellezza nei mesi primaverili/estivi, quando le stradine e le abitazioni sono decorate e arricchite da piante e splendidi fiori colorati. Ecco cosa vedere a Casamassima:

  • Piazza Aldo Moro;
  • Porta dell’Orologio;
  • Madonna del Soccorso;
  • Piazza del Popolo;
  • Chiesa di Santa Croce;
  • Santa Chiara;
  • Arco di Santa Chiara;
  • Rione Scesciola;
  • Via Forno;
  • Piazza Don Liborio;
  • Palazzo Ducale;
  • Arco delle Ombre o delle “malomere”;
  • Chiasso Buongustai;
  • Via Paliodoro;
  • Palazzo Monacelle;
  • Auditorium Addolorata;
  • Chiasso Molinari.

Alberobello

Tra i borghi da visitare in Puglia, non può certamente mancare uno dei più particolari, unico nel suo genere: Alberobello. Conosciuto in tutto il mondo per essere la Capitale dei Trulli, è un piccolo comune nella provincia di Bari, situato sul territorio lievemente collinare della Valle d’Itria. Costituito interamente da abitazioni in pietra a secco, imbiancate con calce viva e i tetti a forma conica ognuno con decorazioni differenti: il borgo di Alberobello fa parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1996 e ha ricevuto la Bandiera Arancione per il Touring Club Italiano.

I trulli di Alberobello

Cosa vedere ad Alberobello: 

Lascia l’auto in uno dei parcheggi a pagamento e a piedi incamminati nel cuore pulsante della città, dove ti sentirai catapultato in un’altra epoca. Ecco cosa vedere ad Alberobello:

  • Rione Monti;
  • Trullo Siamese;
  • Parrocchia di sant’Antonio da padova;
  • Piazza Gian Girolamo D’Acquaviva D’Aragona;
  • Rione Aia Piccola
  • Trullo Sovrano
  • Casa Pezzolla
  • Basilica dei Santi Medici

Questi sono solo alcuni dei Borghi da visitare in Puglia ma ti assicuro che ce ne sono davvero tantissimi. Se vuoi scoprire di più sulla mia regione ti consiglio di leggere i miei articoli e in particolare quello sui 21 luoghi da visitare in Puglia almeno una volta nella vita.

Vivi l'effetto WOW che il nostro paese offre!

Seguici sui social!

Informazioni di contatto

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 – ItaliaWOW