Le meraviglie della Sardegna Sud-Est

Comincio dalla Sardegna sud-est, perchè se voi viaggiatori, voi turisti, vi trovate in questa zona della Sardegna, significa che siete stati attratti dei colori meravigliosi del mare, con lunghissime spiagge granitiche dai fondali cristallini e l’acqua color smeraldo che si rispecchia in un cielo ricco di sole e l’aria intensa di inebrianti profumi della Natura.

Questo angolo di Terra preziosa e a me cara conosciuta e frequentata sin dai tempi più antichi è la regione storica del Sarrabus e comprende 5 paesi quali sono: Villaputzu, San Vito, Muravera, Castiadas e Villasimius.

Tranne il territorio di San Vito, gli altri 4 paesi sono arricchiti dalla costa sul Mar Tirreno, dove appunto le bellissime spiagge e splendide baie, o caratteristiche scogliere sono il luogo ideale per le vacanze di chiunque. Un luogo da sogno per trascorrere tranquillamente le proprie vacanze in tutto relax.

Ma questi luoghi non sono solo mare, infatti basta percorrere pochissimi km per ritrovarsi in mezzo alla natura incontaminata a riscoprire attraverso sentieri segnalati o sentieri più selvaggi, luoghi suggestivi, raggiungere piccole vette che offrono scorci panoramici mozzafiato.

Percorrendo certi itinerari, non sarà casuale scoprire le tracce antropiche più remote di questo territorio che possono essere le “Domus de Janas” (casa delle fate), Tombe dei Giganti, Pozzi sacri, Nuraghi, Torri Costiere, Castelli medievali, antiche Chiese. Oltre le tracce storico archeologiche, si potranno scoprire le tracce geomorfologiche di questa terra antica (la Sardegna) che un tempo faceva parte del continente europeo e per causa di vari eventi tettonici catastrofici, l’hanno portata ad essere ora un isola nel Mediterraneo.

La Sardegna sud-est, oltre alla zona costiera, presenta al suo interno, un susseguirsi di rilievi montani a volte arrotondati e quasi collinari, a volte invece con delle pendenze molto accentuate dove i torrenti (a scorrimento stagionale) hanno scavato formando sia stretti canyon sia forre irraggiungibili.

Le rocce di varie forme e di varia natura sono un’attrattiva a sé stante, i magnifici monoliti granitici, talvolta tafonati, che si possono osservare sia nell’areale dei Sette Fratelli, sia nel territorio di Villasimius e Castiadas, sia in quello di Muravera, ed i graniti rossi nel territorio di Villaputzu ai confini con la vicina Ogliastra.

Non mancano le rocce metamorfiche un po’ dovunque, le rocce sedimentarie, il calcare del Gotlandiano e quello dell’Eocene, le arenarie, i conglomerati e le rocce vulcaniche, di questo ne fa esempio il domo vulcano di Monte Ferru a Capo Ferrato, nel territorio di Muravera.

Un vero paradiso per gli escursionisti, esplorare questi luoghi tra i colori intensi della macchia mediterranea e i boschi di lecci, di fillirea, di corbezzoli, di lentisco, da non trascurare il mirto che oltre essere una bellissima pianta, dalle foglie aromatiche utilizzate per insaporire prelibate carni arrosto, dalle sue bacche si produce un apprezzatissimo liquore: il “mirto di Sardegna”.

Se avrete la possibilità di trascorrere qualche giorno in questi luoghi, oltre al mare, dovrete percorrerla al suo interno, alla scoperta delle sue origini, della sua storia, della sua cultura, delle sue tradizioni, le sue sagre, la sua gente, vi rimarranno nel cuore i colori, i profumi, i paesaggi e la voglia di ritornarci quanto prima!

Vi aspetto!!!

Vivi l'effetto WOW che il nostro paese offre!

Seguici sui social!

Informazioni di contatto

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continua a leggere

Copyright © 2020 – ItaliaWOW